lunedì 13 dicembre 2010

Scilipoti : Di Pietro va sempre più a sinistra e con sistemi sovietici

fonte articolo ilgiornale.it


«Da tempo l’Italia dei valori sta deragliando. Io faccio il medico, sono un cattolico moderato, provengo dall’area socialdemocratica saragattiana e su tante questioni ho opinioni diverse da quelle che prevalgono nel mio ex partito».

Quali?
«Il testamento biologico, la pillola Ru486 che per me è un abortivo, l’eutanasia che considero un suicidio assistito. L’Idv si sposta ogni giorno sempre più a sinistra, non posso più condividerlo».
Perché ha aspettato il voto di fiducia per uscire?
«Il malessere esisteva da tempo. Il mio lavoro parlamentare non è stato apprezzato. Mai che una mia proposta di legge sia stata calendarizzata».
Per esempio?


«Credevo di militare in un partito che voleva migliorare l’Italia e mi accorgo invece che vigono sistemi sovietici: delegittimazione, dossieraggio, mascalzonaggini».
Che cosa dirà martedì in aula?
«Sto ancora meditando sul discorso. È una riflessione sofferta».
Ma darà la fiducia al governo?
«Mi assumerò le mie responsabilità con un voto chiaro perché gli italiani devono sapere. Farò la scelta giusta, sono sicuro che il Signore mi illuminerà. Sarà un mea culpa. Dirò che ho sbagliato, che quanto pensavo non corrisponde a realtà».
Seguirà l’esempio di Gianfranco Fini, che ha abbandonato Berlusconi dopo 16 anni?
«Con la differenza che Fini viene apprezzato, mentre io sono un voltagabbana e un giuda. Vede com’è strana la vita».
Anche Berlusconi ha tacciato i finiani di tradimento.
«Ma la campagna scatenata da Di Pietro è basata sul nulla. Dossier su vicende personali che non c’entrano con la politica. Chi mi ripagherà il danno morale profondissimo che mi creano? La lingua uccide più del coltello. Chi spiegherà a un’opinione pubblica distratta che ’sto Scilipoti non è un venduto ma vittima di una montatura? Resterò marchiato a vita e non fregherà nulla a nessuno. In questi giorni mi arrivano mail di minaccia, scrivono che devo stare attento a uscire da casa, che mi dovrebbero sparare alle spalle. Questo è il clima che stiamo attraversando».

leggi tutto l'articolo su il Giornale ilgiornale.it

Nessun commento:

Posta un commento