sabato 11 dicembre 2010

Pacolli e altri due kosovari "svizzeri" candidati alle elezioni

Fra i candidati alle elezioni legislative che si svolgono domenica in Kosovo figurano anche Begjet Pacolli, che ha il passaporto elvetico, e altri due kosovari residenti in Svizzera.

Behgjet Pacolli, 58 anni, ha creato il suo partito, l'Alleanza per un nuovo Kosovo (AKR), nel 2006 e nel 2007 è entrato in Parlamento. Pacolli è considerato l'uomo più ricco del Kosovo: il suo patrimonio è valutato a circa 440 milioni di euro.

Zize Pepshi, residente nel canton Berna, è una dei 110 candidati presentati dalla Lega democratica della Dardania (LDD). Faton Topalli è in lizza per il partito Autodeterminazione ("Vetëvendosje"). Secondo diverse fonti kosovare, vi erano altri due candidati che poi hanno desistito.

Non si sa ancora quanti dei circa 200'000 kosovari residenti in Svizzera parteciperanno allo scrutinio. L'annuncio di elezioni anticipate è stato fatto il 2 novembre e gli emigrati avevano tempo fino al 16 novembre per iscriversi presso le ambasciate.

"Ho l'impressione che in Kosovo non si sia la volontà politica di far votare la diaspora", ha detto il direttore del sito di informazione "albinfo.ch". "È irrispettoso" verso i kosovari che vivono all'estero" ha aggiunto. "Non conosco molta gente che ha votato" per queste legislative, le quarte dal 1999 e le prime dall'indipendenza, nel febbraio 2008. È chiaro che la partecipazione sarebbe più alta se il termine non fosse stato così breve, ha ammesso il responsabile della rappresentanza diplomatica del Kosovo a Berna interrogato dall'ATS.

http://www.tio.ch

Nessun commento:

Posta un commento