martedì 27 ottobre 2009

Albania e le sue ferite e i rapporti con l'Italia.

L'Italia è in prima linea per promuovere l'ingreso del Paese delle Aquile in Ue.
Tra 3 -4 mesi gli albanesi potranno muoversi con un visto nell'area shengen.
C'è la massima sintonia tra i due stati non solo perche 2 governi di centro destra.
Ricordiamo la visita di tanti politici dell centro sinistra italiana che hanno fatto buoni accordi in Albania. Un esempio recento è l'ottimo sindaco di Torino Sergio Chiamparino recatosi a Tirana in visita istituzionale.
Le barriere politiche non ci sono più e si puo notare una collaborazione politica eccellente ,va però notato che per la cultura rimane sempre una barriera e molte domande che gli italiani si fanno sull'Albania ed il fatto che gli italiani l'Albania non la conoscono bene. Si stanno scoprendo tante cose belle e tante energie positive messe insieme fanno bene ai due paesi distanti 80 km.
Queste cose belle si stanno scoprendo grazie alla politica comune e di fiducia ,la politica ha il potere di avvicinare o allontanare due popoli o due etnie a seconda delle esigenze.
Insieme all'Italia c'è tutta l'Unione Europea ,la quale vuole un Europa forte e che non faccia perdere tempo per le questioni interne europee. L'Europa ha perso molto tempo e molta energia ,snobbando di fatto per molti anni i paesi dei Balcani.
Mentre l'Europa con 400 milioni di abitanti discute delle questioni interne dedicandone molto tempo ,la Cina ed il Brasile(con un totale di 2 miliardi di persone ) stanno diventando le nuove potenze Mondiali.
Siamo contenti per loro e il benessere planetario.

Però dispiace vedere l'Europa che dedica cosi di colpo e all'imporovviso all'Albania e ai paesi dei Balcani tempo e investimenti senza precedenti.

L'Albania e altri paesi dei Balcani hanno dovutto aspettare la nascita di nuove potenze per poter essere ascoltate ?
L'Italia stessa negli anni precendeti avrebbe potuto fare molto di più per l'Albania.

Nessun commento:

Posta un commento