sabato 21 marzo 2009

La comunicazione e le paure a ondate

La comunicazione e le paure a ondate Un paio di anni fa erano gli albanesi che rapinavano la gente nelle loro ville del nord est, mesi fa, erano gli albanesi ubriachi che investivano ragazzi italiani; fino a qualche settimana fa i rumeni che violentavano donne; ieri e oggi i cani randagi che sbranano le persone.
Con la dovuta attenzione a tutti questi fenomeni che non credo certamente siano aumentati o diminuiti perchè la TV ne ha parlato, continuo a osservare una voglia di creare paura nelle persone con eventi che ahimè ci sono sempre stati e ci saranno sempre. Ovviamente chi la genera è chi ha le TV e chi si trova al potere.

Fuori di retorica: Lunedì scorso ero in macchina tornando sull'autostrada. Prima notizia del TG di Radio 2 Rai delle 19.30: cani sbranano ragazzino; seconda notizia: Obama parla dell'Iran. Che ne pensate?

Aggiungo, anche se fuori tema rispetto al post, che nello stesso telegiornale, vesro il finale una 'giornalsita' parlava di un posto con camere con due televisori, tappeti, aria condizionata, un dietologo (o forse era un dietista) personale, quadri alle pareti e ogni confort immaginabile e la giornalista: "pensate si tratti di un Hotel, niente affatto e la nuova Clinica Privata dove ognuna delle 10 stanze singole costano 400 euro al giorno e le 2 suite 600 l'una".
Niente male come informazione per una rete di stato e di servizio.

Il pIfferaio
fonte http://ilpifferaiofradicio.splinder.com/

2 commenti:

  1. gli albanesi in realta lo fanno ancora il casino solo che berlusconi e berisha oramai sono la stessa cosa e quindi adesso guai a parlare male degli albanesi.

    RispondiElimina
  2. gli albanesi sono meglio dei romeni. gli albanesi sono come noi.
    Invece i romeni sono slavi come i serbi sono la medesima razza.
    ciao

    RispondiElimina